CASSAZIONE: ORA STANLEY E' PRIVILEGIATA

Totoproject - Software per i giochi e le scommesse AAMS 18+

Tag Clouds

Big Match Comunicazioni Cruciverba Eurojackpot Generatore Giochi e Politica Lotto MagicPro Metodi Poker Ricevitoria Ridotti immediati Scommesse Si Vince Tutto sistemi condizionati Sistemi da banco Sistemi per la ricevitoria sistemi ridotti Superenalotto Totocalcio Totogol Tris Vincite Superenalotto

Cerca nel Blog

CASSAZIONE: ORA STANLEY E' PRIVILEGIATA

CASSAZIONE: ORA STANLEY E' PRIVILEGIATA
Le incoerenze createsi dopo la pronuncia della CGE "devono essere affrontate mediante l'eventuale adeguamento del dato normativo". Il sistema italiano delle scommesse è sotto alcuni profili in contrasto con i diritti fondamentali dell'Unione Europea, pertanto le norme penali che sanzionano la raccolta illegale di giocate non possono essere applicate ai soggetti che non hanno partecipato alle gare per l'assegnazione delle concessioni per non subire delle discriminazioni. Tuttavia, la disapplicazione finisce con l'assicurare un "ingiustificato privilegio commerciale e giuridico per la società Stanley e per i gestori dei relativi centri di commercializzazione sul territorio". E' quanto ha affermato la Corte di Cassazione nella sentenza con cui ha annullato il sequestro del centro trasmissione dati del signor Cifone, riassunto dopo aver deferito la questione alla Corte di Giustizia. Il giudice comunitario, a febbraio scorso, ha censurato alcuni aspetti del sistema italiano: in particolare l'obbligo per i nuovi concessionari di rispettare distanze minime dalle agenzie esistenti; le norme contenute nella convenzione che prevedono la decadenza della concessione qualora la compagnia raccolga scommesse anche attraverso canali non autorizzati (norme formulate in modo non chiaro); e le norme che dispongono la decadenza della concessione qualora il titolare venga condannato o sottoposto a procedimento per ogni reato tale da far venire meno il rapporto di fiducia con i Monopoli (formulazione che attribuiva all'Amministrazione eccessiva discrezionalità). Rimessa alla valutazione del giudice nazionale - e per la Cassazione è da considerarsi di formulazione univoca - la norma che prevede la decadenza della concessione, qualora il titolare sia sottoposto a procedimento o condanna per reati di maggiore gravità riconducibili al disposto della legge 55 del 1990 (Nuove disposizioni per la prevenzione della delinquenza di tipo mafioso e di altre gravi forme di manifestazione di pericolosità sociale). Ma - secondo la Cassazione - dal momento che si devono disapplicare le norme penali sulla raccolta illecita di scommesse ai gestori dei centri Stanley, questi ultimi vengono a trovarsi in una "situazione di ingiustificato privilegio". E spiega: "Il sistema Stanley che fino a oggi ha lamentato da parte dello Stato Italiano un trattamento deteriore a tutto vantaggio dei soggetti concessionari privilegiati, finirebbe per avvalersi di due profili di ingiustificato privilegio". Da un lato la Stanley godrebbe della "possibilità di operare senza i vincoli derivanti dal sistema concessorio (prestazione di cauzione; rischio di decadenza; limite al numero dei punti commerciali; posizionamento dei locali, e altro ancora) che invece gravano su coloro che hanno partecipato alla gara". Dall'altro, Stanley avrebbe la "possibilità di stipulare contratti per la gestione dei punti di commercializzazione con persone che nei fatti non sono sottoposte ai controlli preventivi previsti dal TULPS e per questo non sono soggette a revoca dell'autorizzazione neppure in caso di sopravvenute situazioni di incompatibilità col regime della autorizzazione e della concessione". Insomma, prende atto la Cassazione, la sentenza della CGE "incide in modo critico sulla coerenza del sistema normativo interno e sulla difesa delle ragioni di ordine pubblico (come la protezione dei consumatori, o il contrasto a fenomeni di criminalità organizzata, Ndr) che la stessa sentenza ritiene meritevoli di tutela". Le incoerenze del sistema italiano "non possono incidere negativamente sulle posizioni soggettive" dei titolari dei centri Stanley, afferma ancora la Corte. E quindi riconosce che queste incoerenze "esulano dalla sfera decisionale" della stessa Corte, e "devono essere affrontate dall'ordinamento nazionale, mediante l'eventuale adeguamento del dato normativo".

Una sentenza all"italiana": hanno ragione tutti e la situazione non si risolve. Da parte nostra, pur non volendo entrare né nel merito della sentenza né sull'operato di AAMS, saremmo per una completa liberalizzazione delle scommesse, senza blocchi di alcun sito e senza limitazioni che costringono gli scommettitori italiani a scommettere esclusivamente sui siti decisi da AAMS.
Visto che sui suddetti siti AAMS è presente di tutto, dalle slot ai gratta e vinci, facciamo fatica a capire come uno sprovveduto scommettitore si possa difendere dalle "trappole" presenti in questo tipo di giochi. Senza contare che, ad esempio, il lunedì mattina, mentre in tutto il mondo scommettono, i siti sotto l'egida AAMS non consentono giocate fino alle 11.00. Il motivo lo sanno solo loro....


 


 

Tags: Giochi e Politica , Ricevitoria , Scommesse
Di Staff Totoproject (30/07/2012 16.19.03, in Ricevitoria, letto 4.062 volte) Commenti (0) | Scrivi

Inserisci il tuo commento:

Testo (max 2000 caratteri)
Nome
e-Mail
Digita i numeri visualizzati nell'immagine sottostante
img
Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

Articoli Correlati

Le città dove si scommette di più
Nuove Tipologie di Scommesse Pre-Match e Live
Scommese Live: Parlamento Unione Europea chiede lo stop
[Ricevitoria] SNAI, NO PRELIEVO CONTANTI IN AGENZIA
[SCOMMESSE] CASSAZIONE, REATO IL BET EXCHANGE SU SITI ESTERI
Anche Bet-At-Home sbarca in Italia
Report Incassi dei Giochi in Italia
Pronostico a vantaggio matematico per Brasile 2014
Sistema Finale X con Scommesse Calcio 6.0
Nuove Releases Totoproject 10 e Lotto ed Eurojackpot
[Lotto] Dal 5 settembre nuova sorte di gioco. L'Ambetto.
SUPERENALOTTO: TROPPE 3 GIOCATE
SUPERENALOTTO: MAGGIO CHIUDE A 98 MLN
IPPICA IN SCIOPERO DAL 30 APRILE
SUPERENALOTTO: RECUPERO ESTRAZIONE
SIVINCETUTTO: IL 27 MARZO 3ª ESTRAZIONE
SUPERENALOTTO: 500.000 EURO A FIRENZE
Estrazioni SuperEnalotto durante le festività
CODACONS: SOSPENDERE CAMPIONATO CALCIO
LONDRA: BOOKMAKER ESTERO ANNULLA SCOMMESSA VINCENTE
LOTTO: ARRIVANO LE NUOVE SORTI DI GIOCO
LONDRA 2012: SUL CALCIO GIOCATI 13,5 MLN
SERIE A, SCUDETTO: JUVENTUS A 2.00
SUPERCOPPA ITALIA, NAPOLI SFAVORITO
QUOTA ERRATA, GIUDICE DA' RAGIONE A EUROBET
CODACONS CHIEDE INCONTRO A FIGC PER RIMBORSI SCOMMESSE
[Ricevitoria] STS: DOPPIO PRELIEVO,
[Scommesse] BOOKIES SPINGONO IBRA E THIAGO AL PSG
[Scommesse] SNAI: SCUDETTO 2013, JUVE E MILAN A 2.75
[Scommmesse] IL 30% DEL MERCATO A SNAI
[Lotto] L'83 DIVENTA CAPOLISTA DEI CENTENARI
Sindacato Totoricevitori Sportivi (STS) contro Sisal
Le giocate su Portogallo - Spagna Euro 2012
Tennis: Quote su Wimbledon
Scommesse: Le puntate su Italia-Inghilterra
Quote William Hill nella prossima release di Scommesse Calcio
Ludopatie: UE studia nuove opzioni
In calo del 43,7% a maggio le giocate su Totocalcio, Totogol e Big Match
Scommesse sistemistiche